Alimentazione del bebè

Nei primi sei mesi di vita il meglio per il bebè è essere allattato al seno. In questo modo il suo organismo riceve tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno per la crescita. Quando il bambino diventa più grande e aumenta il suo peso, parallelamente si accrescono anche le sue esigenze nutritive. L’alimentazione tramite allattamento oppure con il Latte per lattanti 1 bio non è più sufficiente a saziarlo. A partire dal quarto mese potete cominciare a sostituire una poppata al seno con una pappa. Se il vostro bebè non è ancora pronto per lo svezzamento potete rimandare la prima pappa di uno o due mesi.

Dal momento che lo sviluppo di ogni bambino è individuale e che fin dal principio il bambino può dimostrare preferenze per determinati alimenti, sono possibili naturali variazioni rispetto a un piano nutrizionale stabilito. Inoltre il comportamento individuale del bebè influisce anche sul suo bisogno di energia e quindi sulla quantità di alimenti necessari per ogni pasto. I bambini vivaci e robusti consumano più energia di quelli tranquilli e quindi richiedono pasti più frequenti o più abbondanti. Il piano nutrizionale di Holle fa riferimento alle direttive dell’Istituto di ricerca per la nutrizione infantile di Dortmund e deve servirvi come ausilio per l’alimentazione del vostro bambino.